Kit per ponte caldo

Spesso capitano situazioni in cui all’interno di edifici, abitazioni, parcheggi etc.. la copertura di servizi di telefonia mobile non sia garantita. Ciò può verificarsi ad esempio poiché vi sono pareti spesse che impediscono al segnale di penetrare all’interno oppure proprio perché l’edificio già si trova in una zona dove il segnale è scarso. In questi casi è possibile ricorrere a soluzioni per estendere il segnale di telefonia mobile in modo attivo o passivo. Oggi vorremmo presentarvi l’articolo 805KIT per effettuare un ponte caldo amplificato.

Il kit 805KIT è un efficiente micro-ripetitore/estensore di campo dual band monocavo operativo in banda GSM 900 MHz e 3G – UMTS 2100 MHz, adibito quindi alla realizzazione di un cosiddetto “ponte caldo”.

foto
Consente di estendere il segnale GSM fonia e dati GPRS/EDGE e UMTS-3G dall’esterno (tetto) dove deve essere presente con un buon livello, verso l’interno dell’edificio dove è scarso o assente, con copertura fino a 800-1000 mq. Trova applicazione tipicamente in abitazioni, uffici, hotel, capannoni industriali, gallerie, parcheggi sotterranei, negozi o ristoranti.
L’articolo è mono-operatore ed utilizza un’antenna esterna direzionale a pannello ad elevato guadagno (14dBi) con lobo di radiazione di 60-70° orientata su cella operatore o più operatori entro l’angolo del lobo di radiazione. L’antenna necessita di puntamento per il corretto funzionamento del sistema.

805kit

Il kit 805KIT è composto da:
– 1 amplificatore dual band 65dB
– 1 alimentatore da rete 230Vac
– 1 antenna esterna direttiva lobo 60-70° ad alto guadagno
– 1 antenna interna a pannello a muro
– 2 cavi coassiali 10 mt con connettori assemblati (cavi con Ø 5mm, colore bianco, con connettori assemblati TNC maschio Ø15mm per facilitare l’inserimento in tubature)

L’installazione del kit è piuttosto semplice ma è importante che sia effettuata da personale qualificato, seguendo le istruzioni riportate nel kit.

805kit_schema

L’antenna esterna va direzionata in ottica con la cella dell’operatore ricercando la migliore posizione. Per fare ciò è possibile ad esempio  avvalersi dell’applicazione Open Signal sia per Apple sia per Android per la localizzazione delle celle operatori oppure rivolgersi all’ufficio comunale di competenza.

Le antenne esterne direttive sono comunemente utilizzate nelle versioni mono operatore, ma qualora le celle degli operatori rientrino nel lobo di radiazione dell’antenna direttiva, l’operatività sarà multi operatore.

A presto,

Lo staff di Emme Esse

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...